U-Boat tedesco della Prima Guerra Mondiale ritrovato in Belgio


U-Boat tedesco della Prima Guerra Mondiale ritrovato al largo del Belgio

Lo scafo è praticamente integro e potrebbe conservare ancora i corpi dell’equipaggio

Il relitto di un UB-II, di particolare interesse storico, è stato ritrovato in ottime condizioni a circa 30 metri di profondità sulla costa del Belgio.

Il sommergibile è in condizioni così buone che riteniamo che tutti i corpi siano ancora a bordo

ha dichiarato il governatore delle Fiandre occidentali Carl Decaluwé.

Si pensa che la causa dell’affondamento del mezzo sia avvenuta per colpa di una mina.

Il governatore Decaluwé ha aggiunto ai giornalisti che l’ubicazione del relitto è stata mantenuta sotto riserbo per impedire che qualche malintenzionato possa avvicinarsi al sommergibile e saccheggiarlo o danneggiarlo, anche se voci che circolano nel mondo del giornalismo storico dicono che il ritrovamento potrebbe essere avvenuto vicino ad Ostenda.

L’intero equipaggio, che per quella tipologia di mezzo era solitamente composto da una ciurma di 22 addetti con l’aggiunta di un comandante, potrebbe essere ancora conservato a  bordo dell’U-Boat tedesco che giace sul fondale poggiato sul suo lato di dritta. L’ambasciata tedesca è stata informata.


Immagine d’epoca di un U-Boat tedesco classe UB-II simile a quello del ritrovamento

immagine d'epoca di un U-Boat tedesco classe UB-II risalente alla Prima Guerra Mondiale


Anche se in condizioni relativamente buone, il sommergibile ha comunque subito danni nella parte esterna superiore, ma i portelli risultano ancora chiusi. La torretta sembra anch’essa intatta e si intravederebbero ancora chiaramente i periscopi. Quelli che appaiono come i corpi di due siluri giacciono sul fondale a pochi metri dal relitto.

Gli esperti credono che la mina che ha colpito in maniera letale l’UB-II sia stata azionata dallo stesso mezzo in movimento, che, durante la navigazione, ha agganciato un cavo collegato all’ordigno attirandolo verso il suo stesso scafo e provocando un’esplosione alla quale non è stato possibile porre rimedio in alcun modo.

Nel corso del tempo ben undici sommergibili tedeschi del periodo della Prima Guerra Mondiale sono stati trovati in acque belghe, ma questo, a detta di chi ha potuto vedere con i suoi occhi, sembrerebbe quello conservato meglio di tutti.

I sommergibili UB-II sono stati costruiti quasi esclusivamente nel 1915 e nel 1916 ed erano in grado di immergersi fino ad una profondità di circa 50 metri.


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *